Se è vero che il bacino mediterraneo è la culla della biodiversità, il Piceno rappresenta una sintesi di un primato di cui i Paesi dell’Europa meridionale possono andare ovviamente fieri.
La straordinaria varietà di paesaggi che ritroviamo in questa terra dove marecolline e montagne si succedono senza soluzione di continuità, ha contribuito in maniera decisiva al radicamento di una tradizione culinaria molto ricca, rimasta autentica in tutti i suoi contenuti.

Il legame con la terra nel Piceno ha consentito di mantenere vive alcune pratiche come la coltivazione di orti più o meno estesi per le esigenze alimentari della famiglia. Un legame che in tempi recenti ha generato casi esemplari di “artigianato alimentare” con lo sviluppo di piccole aziende a conduzione familiare la cui crescente diffusione sul territorio ha permesso di accorciare la filiera delle produzioni.

Proprio dalla terra proviene una straordinaria varietà di prodotti, a cominciare dalla frutta: pescheciliegiealbicoccheprugne sono presenti in grandi quantità e varietà. Notevole è la produzione di olio extravergine di oliva. Con oltre mille ettari coltivati ad uliveti il territorio della provincia di Ascoli Piceno copre quasi la metà dell’intera produzione regionale di olio extravergine. Una citazione a parte merita la varietà tenera ascolana insignita della Denominazione di Origine Protetta nella duplice versione in salamoia e farcita, ripiena di un misto di carni di manzo, pollo e maiale, aromatizzata con altri ingredienti, infine fritta in abbondante olio bollente. Stiamo parlando dell’oliva farcita all’ascolana, vanto non solo della città di Ascoli Piceno, ma di tutto il territorio.

La montagna è uno scrigno di prelibatezze. Nei boschi dei Sibillini e in tutta la fascia montana che collega gli stessi Sibillini all’altro parco nazionale, quello della Laga, presenti in quantità notevoli i tartufi, dal prezioso e sublime tartufo bianco pregiato, al nero pregiato, al tartufo estivo.

Sulla costa regna sovrana la cucina di mare, espressione inequivocabile del sapido pesce pescato nel Mare Adriatico.

La straordinaria esposizione dei vigneti sulle colline consentono di ottenere dalle uve del Piceno vini di grande pregio, bianchi e rossi. Negli ultimi anni il Piceno si è ricavato un posto in primo piano nel panorama enologico italiano, grazie all’impegno di giovani produttori che si cimentano con risultati eccellenti.

Laisser un commentaire